La devozione a Maria Madre Santissima del Lume - Edizioni Parva

Totale carrello:
Nessuna spesa di spedizione:
ordine minimo 15,00 Euro
Totale carrello:
Nessuna spesa di spedizione: ordine minimo 15,00 Euro
Totale carrello:
Nessuna spesa di spedizione: ordine minimo 15,00 Euro
Nessuna spesa di spedizione: ordine minimo 15,00 Euro
Totale carrello:
Totale carrello:
Vai ai contenuti
Disponibile solo su www.parva.it



Pagine 528
Disponibilità: 10
25.00 €
Aggiungi
Nel 1722 la Madonna apparve a Palermo con un’Immagine nuova e un nuovo Nome: “Voglio essere invocata come Madre SS.ma del Lume”. Inoltre disse alla veggente: “Voglio essere dipinta così come mi vedi”. La Madonna stessa ha poi guidato la mano del pittore, ha benedetto il quadro e l’ha dichiarato miracoloso, ha affidato la sua nuova immagine alla custodia di quattro Serafini, ha detto come desiderava essere venerata e ha fissato anche il giorno della sua Festa.
Il gesuita padre Antonio Genovese, testimone di quegli avvenimenti, nella sua opera La devozione a Maria Madre Santissima del Lume, (1733) spiegò l’origine di questa immagine miracolosa e il suo significato teologico. Il nuovo culto, voluto dalla Madonna stessa, dalla Sicilia si diffuse rapidamente in Italia e nel mondo. Straordinari sono anche gli interventi che la Madre del Lume ha operato fin da subito nel cuore e nella vita delle persone e dei popoli.
L’importante opera di padre Genovese è stata ora ripubblicata con un linguaggio più attuale, affinché possa essere letta e amata da tutti.
Questo testo intende rendere gloria alla Madonna divulgando la storia di questa Immagine prodigiosa e diffondendo il culto per questo nuovo titolo mariano.
La nuova versione dell’opera è stata curata dalla professoressa Mariadele Orioli di Melara (RO), dall’avvocato Giovanni Tesè di Naro (AG) e dal professor Nino Agnello di Agrigento.


GIOVANNI ANTONIO GENOVESE nacque a Palazzo Adriano, in provincia di Palermo, il 4 maggio 1684. A diciannove anni entrò nella Compagnia di Gesù e fu ordinato Sacerdote nel 1716. La sua grande aspirazione era quella di far parte dei missionari seguaci di Sant’Ignazio di Loyola. E ciò fece con fervente zelo apostolico e amore indicibile, dopo aver affidato la sua missione alla Madonna. Per questo incaricò una devota veggente di chiedere alla Vergine con quale titolo e con quale immagine desiderasse essere sua guida nell’evangelizzazione. E, tramite la veggente, Ella gli rispose apparendo nella Chiesa di San Stanislao Kostka a Palermo nel 1722, con il nuovo Titolo di Madre del Lume.
P. Genovese fu Maestro dei novizi, e successivamente Rettore del Collegio di Messina, dove rimase fino alla morte. Durante la peste che nel 1743 afflisse la città di Messina mietendo migliaia e migliaia di vittime, si prodigò con tutte le sue forze, con carità e amore, per assistere e confortare gli ammalati e i moribondi. Contagiato dalla peste, morì a Messina il 6 luglio 1743, all’età di 59 anni, in odore di santità.

TI POTREBBERO INTERESSARE


Edizioni Parva di Soffiatti Fausto
Via Paradello 18 45037 Melara (RO) - Tel. 042589103 - E-mail: edizioniparva@parva.it
C.C.I.A.A. RO 12318/2000
P. IVA 01159740297 - C. F. SFFFST61E11F095Q

DISTRIBUZIONE: Messaggerie Libri SPA Via G. Verdi 8 - 20090 Assago (MI) - Tel: 02.45774.1 r.a. - Fax: 02.45701032 - E-mail: info@meli.it
Edizioni Parva di Soffiatti Fausto
Via Paradello 18 45037 Melara (RO) - Tel. 042589103
E-mail: edizioniparva@parva.it
C.C.I.A.A. RO 12318/2000
P. IVA 01159740297 - C. F. SFFFST61E11F095Q

DISTRIBUZIONE: Messaggerie Libri SPA
Via G. Verdi 8 - 20090 Assago (MI)
Tel: 02.45774.1 r.a. - Fax: 02.45701032
E-mail: info@meli.itEdizioni Parva di Soffiatti Fausto

Torna ai contenuti